ULTIME NOVITÀ

801, 2019

Mercedes Benz – Fleetboard Driver’s League 2018

MERCEDES BENZ – FLEETBOARD DRIVERS’LEAGUE 2018:
8 AUTISTI EMT TRANSPORT NEI TOP 10!

OTTO (!!!) dei nostri autisti sono sul podio nella categoria “TOP 10 ITALIA” della Driver’s League 2018! Congratulazioni e grazie mille ai nostri SUPER AUTISTI!

908, 2018

Cercasi trazionisti

SUBFRÄCHTER GESUCHT – CERCASI TRAZIONISTI – SUBCONTRACTORS WANTED – CĂUTAM TRACȚIONIȘTI

EMT Transport sucht Subfrächter

Wir suchen LKW-Frächter für den nationalen- und internationalen Fernverkehr mit oder ohne eigenen Hänger.
Haupteinsatzgebiete: Norditalien, Österreich, Deutschland, Belgien und Niederlande.

Weitere Informationen unter: + 39 0471 098207
Senden Sie Ihre Bewerbung mit Firmendaten an: dispo5@emt-transport.it


Siamo alla ricerca di trazionisti con o senza rimorchi propri.Le tratte piú frequenti che effettuiamo é: Nord-Italia, Austria, Germania, Olanda e Belgio.
Per informazioni chiamare: +39 0471 098207Mandateci vostra candidatura con dati aziendali a: dispo5@emt-transport.it


We are looking for sub contractors (truck freighters) for national and international long distance traffic with or without own trailers.Main areas of application: Northern Italy, Austra, Germany, Belgium and the Netherlands. Please contact us for further information: +39 0471 098207.Send your application to: dispo5@emt-transport.it


Firma Emt Transport căuta tracționiști (colobaratori) cu semiremorci proprii sau fără semirimorci.
Traseele cele mai frecventate sunt Nord Italia, Austria, Germania, Olanda și Belgio.
Pentru mai multe informații sunati la nr +39 0471 098207.
Pentru a trimite o aplicație trimiteți e-mailuri cu datele companiei la dispo5@emt-transport.it

1005, 2018

Contingentamento: i trasportatori di merci protestano

Una nuova misura di contingentamento decisa in Austria per l’11 maggio ha scatenato nuovamente le proteste dei Trasportatori di merci lvh.apa: “Proseguendo su questa strada finiremo per perdere numerosi posti di lavoro, per confrontarci con una riduzione della potenza economica italiana, per essere impossibilitati ad effettuare un servizio di consegne puntuali ed infine per constatare che l’import/export è diventato impossibile – ha commentato con amarezza il presidente della sezione di mestiere Elmar Morandell.

Le misure di contingentamento in Austria non si possono ormai più considerare un’eccezione, ma sono purtroppo diventate una fastidiosa consuetudine. L’ultimo caso domani, venerdì 11 maggio: una giornata destinata a concludersi con gli ormai tradizionali disagi per gli spedizionieri ed i trasportatori di merci altoatesini ed italiani in generale. Una situazione che alla lunga rischia di penalizzare seriamente il settore. Se a livello europeo bisogna ormai da tempo fare i conti con il dumping salariale, tale tipologia di misura finisce infatti per compromettere ulteriormente la competitività dei trasportatori italiani, che vengono di fatto esclusi sistematicamente dal resto dell’Europa o comunque fortemente danneggiati: “Andando avanti con questi contingentamenti o con i divieti di transito nei Paesi limitrofi, finirà che le aziende abbandoneranno il nostro Paese – ha commentato con un misto di amarezza e risentimento il presidente dei Trasportatori di merci lvh.apa Elmar Morandell -. Senza uno scambio di merci operativo e privo di ostacoli, il meccanismo dell’import/export non può funzionare ed il pericolo concreto è quello di dover fare presto i conti con una significativa perdita di posti di lavoro.” Da qui l’ennesima protesta contro Germania ed Austria, chiamate in futuro a fornire delle soluzioni più idonee alla problematica: “Visto che nell’ultimo periodo anche il trasporto su rotaia è stato reso più complesso da alcune disposizioni di carattere internazionale, una soluzione potrebbe essere quella di concentrare il traffico su strada dei mezzi pesanti nelle ore notturne – ha concluso Morandell -. In questo modo non si registrerebbero problemi di traffico ed i nostri camion non dovrebbero più fare i conti con queste misure decisamente penalizzanti.”

2312, 2016

Alla EMT la certificazione IFS

EMT IFS Zertifizierung

Uno stoccaggio efficiente ed appropriato è garanzia di trasporto sicuro e controllato. Grazie a queste qualità,  alla ditta di trasporti EMT di Caldaro è stata recentemente conferita la certificazione IFS Logistics.

Elmar Morandell, Amministratore delegato della EMT Trasporti  S.r.l. di Caldaro, è particolarmente fiero di questo riconoscimento nonché di essere detentore ufficiale degli standard IFS Logistic.

“Grazie all’instancabile impegno di tutto il personale siamo riusciti a raggiungere il punteggio più alto possibile per quanto riguarda questa certificazione. Siamo particolarmente soddisfatti che la nostra azienda abbia ottenuto questo riconoscimento per i suoi elevati standard di qualità”, spiega Morandell.

Tali standard sono più che mai importanti per un’azienda che si occupa di logistica offrendo prestazioni come trasporto e stoccaggio. Sono i presupposti fondamentali per garantire impegno, trasparenza e fiducia in ogni fase dell’intera catena di consegna. “Tutto questo si ottiene grazie a severi controlli, al rispetto di tutte le esigenze dei nostri clienti, ad un’alta responsabilità d’impresa, alla protezione del prodotto, alla sicurezza nonché alla formazione ed all’aggiornamento del nostro personale”, sottolinea il coordinatore del trasporto merci in Ivh.

La EMT Trasporti ha da sempre dato grande importanza al fatto che i clienti sentano di essere in mani sicure grazie al senso di responsabilità intrinseco all’azienda. Attraverso la certificazione IFS viene messa ancor più in evidenza la premura rispetto ad uno stoccaggio efficiente e professionale nonché al conseguente trasporto sicuro e controllato sia dei prodotti alimentari che di quelli non-food. “La sensazione di trovare nella EMT Trasporti un partner ottimale che sta al proprio fianco permette di ridurre i costi, di aumentare la fiducia e di gestire al meglio le risorse, il materiale ed il personale”, è convinto il  capo dei trasportatori.